Consigli per arredare con il bianco

Consigli per arredare con il total white

 

Total white

Luminoso, minimal, chic: il bianco è sempre più pronto ad invadere le nostre case, sull’onda delle tendenze degli ultimi anni. Scegliere un solo colore per il proprio appartamento potrebbe sembrare un azzardo, ma ad un’analisi più attenta, può presentarsi molto vantaggioso. Innanzitutto influisce sulla luminosità degli ambienti dando l’impressione di dilatare anche gli spazi all’apparenza più angusti; grazie al bianco è inoltre possibile creare degli accostamenti cromatici molto interessanti; si tratta di un colore in grado di trasmettere serenità e relax; infine diventa molto più facile identificare i luoghi dove possono trovarsi possibili tracce di sporco.

Per una casa total white è necessario avere in mente il progetto fin dall’inizio, il colore infatti non sarà solo delle pareti o degli arredi, ma anche degli accessori e dei minimi dettagli. Bisogna evitare il rischio di dare l’impressione di un ambiente asettico, freddo, per questo bisogna modulare con sapienza anche la presenza di altri colori, per un risultato davvero godibile. Nell’ambito di una cucina, ad esempio, si potrebbe pensare di utilizzare un colore, o il cromato, in un unico elettrodomestico.

Continua a leggere

Come arredare un sottotetto

Come arredare una mansarda ed illuminarla a giorno

Su in mansarda

Che si tratti di abitazioni recuperate da sottotetti o di vere e proprie invenzioni urbane contemporanee, le mansarde costituiscono da sempre l’idea romantica dell’abitare. Soffitti spioventi, travi a vista, abbaini e lucernari, tanti i dettagli che possono farvi innamorare di questo tipo di case, ma non bisogna dimenticare i possibili inconvenienti, come le temperature estreme o gli spazi non facilmente accessibili. Bastano tuttavia pochi accorgimenti per rendere la vostra mansarda un piccolo paradiso pronto ad abbracciarvi.

Per quanto riguarda l’arredamento, ovviamente le maggiori difficoltà risiedono nelle aree di gronda particolarmente basse. La soluzione ideale sarebbe quella di far costruire dei mobili su misura, ma, per un’opzione più economica è possibile studiare la disposizione dell’arredamento, così da sfruttare lo spazio in orizzontale più che quello in verticale. Le aree troppo basse per essere valorizzate saranno occupate da mobili contenitori bassi e lunghi, in grado da contenere ogni cosa.

Continua a leggere

Cento di questi soggiorni

Arredamento classico per soggiorno

Il progetto di un soggiorno in stile classico

Il soggiorno è un luogo chiave della nostra casa, dove accogliamo gli amici o dove possiamo rilassarci, magari su un morbido divano, o ancora ospitare le grandi riunioni familiari nelle occasioni speciali. Di solito a questo ambiente viene dedicato uno spazio ampio, centrale all’interno dell’appartamento, è per questo che il tipo di arredamento va studiato con molta attenzione. È importante comunicare ospitalità e comfort oltre che gusto e design.

Continua a leggere

La cucina di campagna

Voglio andare a vivere in campagna

Arredare una casa di campagna

Forse non tutti hanno la possibilità di godere di uno spazio da vivere immerso in campagna, ma se siete tra quei pochi fortunati ad avere una casa fuori città, che si tratti della vostra residenza o del nido dove amate rifugiarvi per un attimo di relax, è necessario che ad essa e al suo arredamento venga prestata la massima attenzione.

È innanzitutto importante capire lo stile a cui far riferimento, ma tuttavia è anche vero che esistono stilemi universali, quali quello dell’utilizzo del legno, così come la presenza di una cucina particolarmente spaziosa, ad evocare l’antico focolare presso cui un tempo si riuniva la famiglia.

Continua a leggere

Come arredare la stanza da letto

Come arredare la camera da letto, idee-consigli

La notte in una stanza

Alla fine di una lunga giornata a volte non desideriamo altro che coccolarci nel nostro spazio, quello che per eccellenza ci appartiene di più, il più intimo: la camera da letto. Per il ruolo che riveste questa stanza all’interno dell’appartamento, è dunque fondamentale curarne con scrupolo il design e la scelta degli arredi e dei colori.

Dalle ultime tendenze emerse dal Salone del Mobile, si riconfermano le tonalità chiare o neutre come il beige o il grigio perla, in quanto rappresentano quelle che per eccellenza danno agli ambienti un tocco rilassante e gradevole, ideale per il momento del riposo.

Si tratta inoltre di tinte universali, perfettamente adattabili allo stile classico, ma anche al design più moderno. La scelta di colori neutri offre poi la possibilità di avere una camera personalizzabile tutto l’anno che possa seguire lo scorrere delle stagioni o le nostre esigenze personali: basterà cambiare unicamente i tessili per avere un ambiente più vivace o più raffinato a seconda del proprio gusto.

Per gli intenditori di design un’autentica chicca è quella di arredare la camera da letto con pannelli decorativi di grandi dimensioni, in legno, pietra o tessuto, stampati con immagini di alta qualità e retroilluminati.

Il pavimento in camera da letto

Per i pavimenti, i materiali utilizzati spaziano dalle piastrelle in ceramica al parquet, fino alla più classica moquette. Quest’ultima dona alla stanza un tocco in più di comfort ed intimità, ma è altamente sconsigliata per i soggetti allergici.

Inoltre, per la tendenza ad accumulare polvere e a macchiarsi, risulta sempre una scelta non raccomandabile. Per il parquet, invece, le possibilità possono variare dal lucido all’anticato, a seconda dell’arredamento e della tonalità delle pareti. La scelta consigliata è quella di orientarsi su legni dipinti con le stesse palette di colore delle mura, per ottenere un effetto minimal di continuità cromatica.

Novità assoluta sono i rivestimenti in sughero o cuoio venduti in mattonelle, estremamente facili da pulire, ma con il grosso svantaggio di essere soggetti a macchie permanenti, nel caso non si intervenga tempestivamente.

I comodini in camera da letto

arredare con i comodini in camera da letto

Integrare i comodini in una colonna armadio

Fedeli sentinelle del nostro letto sono i comodini, un’attenta scelta è da dedicare anche a loro. L’effetto asimmetrico è l’ultima tendenza, con altezze e stili diversi tra loro: movimentano l’ambiente personalizzando ogni lato del letto. Un’alternativa originale è quella di sostituire i classici comodini a delle mensole su cui appoggiare un abat-jour o tutto quanto ci occorre a portata di mano. Un’idea potrebbe anche essere quella di recuperare dei punti di appoggio “improvvisati” come vecchie sedie, pile di libri, scale pieghevoli o valige vintage.

Il letto in una stanza

Veniamo quindi al re della stanza: il nostro letto. La sua scelta è ovviamente condizionata dal nostro stile, ma anche dallo spazio a disposizione. Dal minimale al classico, il letto detta lo stile all’interno ambiente e ai relativi arredi.

Se comunque la nostra scelta si orienta su un letto moderno, la preferenza sarà per i legni chiari o neri, l’acciaio, l’alluminio, colori forti tendenti al neutro. Le ultime tendenze prediligono i letti di design che eliminano ogni dettaglio inutile, preferendo le linee pulite ed essenziali e rivolgendo l’attenzione soprattutto alla praticità.

Tra i particolari funzionali, i poggiatesta in pelle ecologica con colori a contrasto, preferibilmente sfoderabili, per una più facile manutenzione. I letti di design sfruttano spesso lo spazio sottostante rendendolo un capiente contenitore e trasformando dunque il luogo del riposo in un comodo armadio orizzontale, con un notevole risparmio di spazio, essenziale negli appartamenti moderni.

Un’altra soluzione è la libreria integrata, utile anche come comodino su cui poggiare un punto luce. Una proposta particolarmente di tendenza è poi quella dell’”eliminazione” del letto vero e proprio e dell’utilizzo del semplice materasso poggiato direttamente su una pedana in legno o in pallet.

L’armadio in camera da letto

Ruolo di co-protagonista è assegnato poi all’armadio che deve essere ampio e spazioso per poter riservare al resto della stanza la funzione di relax puro. Preferibile una soluzione ad ante scorrevoli che risulti poco invasiva e determini quasi una “scomparsa” del mobile. Per coloro i quali disponessero di più ampio spazio, la scelta ottimale è sicuramente quella della cabina armadio, che molto spesso diventa una vera e propria piccola stanza, che consente di gestire con ordine i vestiti e gli accessori.

Il nostro regno è realizzato, prepariamoci a rilassarci e buonanotte a tutti.