Come arredare la stanza da letto

Come arredare la camera da letto, idee-consigli

La notte in una stanza

Alla fine di una lunga giornata a volte non desideriamo altro che coccolarci nel nostro spazio, quello che per eccellenza ci appartiene di più, il più intimo: la camera da letto. Per il ruolo che riveste questa stanza all’interno dell’appartamento, è dunque fondamentale curarne con scrupolo il design e la scelta degli arredi e dei colori.

Dalle ultime tendenze emerse dal Salone del Mobile, si riconfermano le tonalità chiare o neutre come il beige o il grigio perla, in quanto rappresentano quelle che per eccellenza danno agli ambienti un tocco rilassante e gradevole, ideale per il momento del riposo.

Si tratta inoltre di tinte universali, perfettamente adattabili allo stile classico, ma anche al design più moderno. La scelta di colori neutri offre poi la possibilità di avere una camera personalizzabile tutto l’anno che possa seguire lo scorrere delle stagioni o le nostre esigenze personali: basterà cambiare unicamente i tessili per avere un ambiente più vivace o più raffinato a seconda del proprio gusto.

Per gli intenditori di design un’autentica chicca è quella di arredare la camera da letto con pannelli decorativi di grandi dimensioni, in legno, pietra o tessuto, stampati con immagini di alta qualità e retroilluminati.

Il pavimento in camera da letto

Per i pavimenti, i materiali utilizzati spaziano dalle piastrelle in ceramica al parquet, fino alla più classica moquette. Quest’ultima dona alla stanza un tocco in più di comfort ed intimità, ma è altamente sconsigliata per i soggetti allergici.

Inoltre, per la tendenza ad accumulare polvere e a macchiarsi, risulta sempre una scelta non raccomandabile. Per il parquet, invece, le possibilità possono variare dal lucido all’anticato, a seconda dell’arredamento e della tonalità delle pareti. La scelta consigliata è quella di orientarsi su legni dipinti con le stesse palette di colore delle mura, per ottenere un effetto minimal di continuità cromatica.

Novità assoluta sono i rivestimenti in sughero o cuoio venduti in mattonelle, estremamente facili da pulire, ma con il grosso svantaggio di essere soggetti a macchie permanenti, nel caso non si intervenga tempestivamente.

I comodini in camera da letto

arredare con i comodini in camera da letto

Integrare i comodini in una colonna armadio

Fedeli sentinelle del nostro letto sono i comodini, un’attenta scelta è da dedicare anche a loro. L’effetto asimmetrico è l’ultima tendenza, con altezze e stili diversi tra loro: movimentano l’ambiente personalizzando ogni lato del letto. Un’alternativa originale è quella di sostituire i classici comodini a delle mensole su cui appoggiare un abat-jour o tutto quanto ci occorre a portata di mano. Un’idea potrebbe anche essere quella di recuperare dei punti di appoggio “improvvisati” come vecchie sedie, pile di libri, scale pieghevoli o valige vintage.

Il letto in una stanza

Veniamo quindi al re della stanza: il nostro letto. La sua scelta è ovviamente condizionata dal nostro stile, ma anche dallo spazio a disposizione. Dal minimale al classico, il letto detta lo stile all’interno ambiente e ai relativi arredi.

Se comunque la nostra scelta si orienta su un letto moderno, la preferenza sarà per i legni chiari o neri, l’acciaio, l’alluminio, colori forti tendenti al neutro. Le ultime tendenze prediligono i letti di design che eliminano ogni dettaglio inutile, preferendo le linee pulite ed essenziali e rivolgendo l’attenzione soprattutto alla praticità.

Tra i particolari funzionali, i poggiatesta in pelle ecologica con colori a contrasto, preferibilmente sfoderabili, per una più facile manutenzione. I letti di design sfruttano spesso lo spazio sottostante rendendolo un capiente contenitore e trasformando dunque il luogo del riposo in un comodo armadio orizzontale, con un notevole risparmio di spazio, essenziale negli appartamenti moderni.

Un’altra soluzione è la libreria integrata, utile anche come comodino su cui poggiare un punto luce. Una proposta particolarmente di tendenza è poi quella dell’”eliminazione” del letto vero e proprio e dell’utilizzo del semplice materasso poggiato direttamente su una pedana in legno o in pallet.

L’armadio in camera da letto

Ruolo di co-protagonista è assegnato poi all’armadio che deve essere ampio e spazioso per poter riservare al resto della stanza la funzione di relax puro. Preferibile una soluzione ad ante scorrevoli che risulti poco invasiva e determini quasi una “scomparsa” del mobile. Per coloro i quali disponessero di più ampio spazio, la scelta ottimale è sicuramente quella della cabina armadio, che molto spesso diventa una vera e propria piccola stanza, che consente di gestire con ordine i vestiti e gli accessori.

Il nostro regno è realizzato, prepariamoci a rilassarci e buonanotte a tutti.

Ante scorrevoli su misura a Roma

Ante scorrevoli su misura – Idee e consigli

Sei alla ricerca di una soluzione che risolva i tuoi problemi di spazio e hai pensato alle ante scorrevoli su misura?

Qui ti aiutiamo a conoscere e valutare tante valide opzioni offerte dall’industria del mobile Made in Italy.

Con una buona progettazione e una corretta pianificazione dei lavori, puoi scegliere tra tante soluzioni di alto design e ottimizzare gli spazi a tua disposizione, ed ottenere risultati strabilianti con le ante scorrevoli su misura!

Per Roma e la provincia ti offriamo la nostra consulenza gratuita, puoi approfittarne per valutare anche le nostre proposte.

Soluzioni scorrevoli per la zona notte – Armadi e cabine armadio

Ante scorrevoli per cabina armadio

Le ante scorrevoli per chiudere la cabina armadio lasciano libero lo spazio nella stanza

La cabina armadio è molto di moda negli ultimi tempi, e chiudere a tutta altezza con delle ante scorrevoli su misura permette di ottenere risultati di grande effetto estetico e di ottimo design.

Le ante Zemma possono essere portate a misura con il vantaggio di poterle installare con un binario a pavimento spesso appena 6 millimetri e fornito dello stesso colore delle ante.

Questo permette di ottenere uno scorrimento delle ante sicuro, confortevole e silenzioso.

Le ante scorrevoli per la zona giorno e la separazione degli ambienti

Ante scorrevoli per zona a giorno

Per dividere il tuo living hai pensato alle ante scorrevoli, magari con vetro trasparente?

Negli appartamenti odierni si desidera sempre più godere di spazi unici che contengano al suo interno più ambienti come la cucina ed il salotto.

Ma poi, nella pratica di tutti i giorni, potrebbe essere necessario separare gli ambienti.

Installare una parete che al suo interno possa prevedere lo scorrimento delle ante permette di assolvere al problema senza interventi di ristrutturazione, con un conseguente risparmio economico e molti meno disagi; il sistema si posa in opera in un solo giorno di lavoro!

Ante scorrevoli per dividere cucina e salotto

Desideri separare la cucina dal salotto e non vuoi fare lavori di ristrutturazione? Ecco la soluzione per te

Anche la cucina integrata in un ambiente a giorno è bella a vedersi, ma anche in questo caso la magia è di poter contenere gli odori ( immagina un fritto anche ben fatto, agli ospiti non piacerebbe sentire l’odore di cottura) o il disordine nel caso di una festa appena avvenuta e non hai avuto il tempo di riordinare.

Le ante con il vetro satinato trasmettono la luce naturale e allo stesso tempo nascondono ciò che non vuoi che si veda!

Ante scorrevoli per la dispensa in cucina o per la lavanderia

Ante scorrevoli per lavanderia

Per chiudere vani angusti come ripostigli, sgabuzzini e locali lavanderia, e la rimessa servizi legati alla casa

In casa molto di frequente nasce la necessità di nascondere gli elementi di servizio per la lavanderia, un congelatore, o la caldaia a tenuta stagna.

Piuttosto che ricorrere al lavoro di manifattura artigianale come l’armadio a muro di vecchia concezione, suggeriamo una soluzione a parete con ante scorrevoli a libro che una volta chiuse siano a filo con il muro.

Ante scorrevoli  per la sala bagno e l’home office

Ante scorrevoli per la stanza del bagno

La comodità di un armadio a muro con le ante scorrevoli nel bagno, è una piccola SPA in casa

La sala da bagno è solitamente organizzata con i sanitari, un mobiletto di servizio nella zona lavabo e, nelle migliori situazioni anche un armadietto per riporre gli asciugamani e qualche scorta di varia utilità.

Immagina di poter disporre di un bell’armadio su misura chiuso da delle ante scorrevoli come nella foto, anche con una delle ante a specchio.

Il tuo bagno si trasformerebbe in una favolosa SPA!

Accappatoi, asciugamani riposti su una griglia riscaldante, i cassetti che contengono gli indumenti intimi e tanto altro! Non ti piacerebbe?

Ante scorrevoli per il guardaroba

ante scorrevoli per guardaroba

Appena rientri dal lavoro o se ricevi visita, si pone il problema di dove mettere i cappotti, le borse o l’ombrello. Nella foto in alto una bella soluzione con le ante scorrevoli pieghevoli

Anche per il guardaroba all’ingresso di casa è prevista una bella soluzione con le ante scorrevoli su misura.

La comodità di avere un armadio a muro a portata di mano appena rientri in casa, che puoi aprire con facilità e disfarti delle cose da lavoro, o per riporre gli zaini dei ragazzi appena rientrati da scuola…o per altre innumerevoli situazioni che si presentano in ogni casa!

Ante scorrevoli su misura per la mansarda

Ante scorrevoli per mansarda

Lo sapevi che è possibile installare le ante scorrevoli anche nel caso di un sottotetto?

E in mansarda? Come è possibile far scorrere le ante con taglio obliquo?

Con un binario posizionato ad una certa altezza, non a soffitto ma montata su un ripiano interno, è possibile far scorrere su una sola direzione le ante tagliate a mansarda.

Chiudiamo qui questo articolo dedicato alle ante scorrevoli su misura. Puoi inserire un tuo commento in merito o porci delle domande se hai bisogno di suggerimenti in merito.

Arrivederci al prossimo articolo.

 

Lampada per angolo di una zona a giorno

Illuminare casa: idee e consigli utili

M’illumino da me –  cosa devi sapere per illuminare casa tua

Perché una casa sia bella ed accogliente fin dal primo momento, non basta più la scelta dei mobili e degli arredi, ma sempre più spesso è la combinazione di luce naturale ed artificiale a conferire ad un appartamento la giusta personalità. L’illuminazione è importantissima per tutte le attività che si svolgono in casa: una luce molto intensa e brillante stimola la produttività e amplia i locali più ristretti, una luce più attenuata ispira relax ed intimità e può essere utilizzata per la scansione di ambienti ampi come la sala da pranzo.

 

L’illuminazione è essenzialmente di tre tipi: mirata, per evidenziare una regione particolare di una stanza, diffusa, per un’illuminazione complessiva dell’ambiente e diretta, per illuminare una zona in cui si svolgono attività precise come cucinare o leggere. Inoltre le lampadine ad escandescenza emettono una luce dorata e sono la scelta più adatta per un lampadario, quelle a bassa tensione hanno una luce più concentrata per riflettori e proiettori, mentre i variatori di intensità luminosa modificano la luce a seconda delle esigenze e permettono di risparmiare energia.

Illuminare casa con la luce naturale

Nelle zone in mansarda la luce del giorno migliora molto la vivibilità

L’illuminazione con le varie tipologie di lampade

I lampadari sono la scelta giusta per una luce diffusa anche se a volte necessitano di illuminazioni di sostegno come applique, lampade da terra o da tavola. Queste ultime, nel caso vengano utilizzate per la lettura, dovranno essere allineate con la base all’altezza delle spalle del lettore, con una distanza di 50 cm a destra o a sinistra dal centro del libro, mentre il bordo del paralume dovrà trovarsi esattamente sopra il livello degli occhi.

Se si scelgono paralumi opachi si considererà che, nonostante la notevole componente estetica, risultano poco pratici in quanto consentono alla luce di uscire solo sotto e sopra. Sono invece consigliabili materiali come il tessuto che consentirà un’illuminazione più uniforme. In questo caso sono da preferire dei paralumi con un vertice ampio, poiché uno spazio troppo stretto attorno alla lampadina danneggerebbe col tempo il materiale.

 

Come illuminare i vari ambienti con soluzioni specifiche

Ogni ambiente della casa avrà un’illuminazione specifica. Le location di dimensioni medie hanno sempre bisogno di quattro o cinque fonti di luce. Vanno inoltre considerati i colori della tappezzeria poiché le tinte scure tendono ad assorbire molto e in questo caso sarebbero necessari più punti luce o l’utilizzo di lampadine con un maggiore numero di watt.

Le stanze come la cucina o la sala da pranzo dovranno essere ben illuminate non solo per lo svolgimento delle attività come cucinare, ma anche per vivere al meglio i momenti di convivialità. L’ideale è disporre di più fonti di luce: sui fuochi, sul piano di lavoro e sul tavolo. Per la scelta del lampadario in camera da pranzo è poi obbligatorio rispettare una regola di base: la diagonale della luce dovrà essere più grande di un decimo della diagonale dell’intero ambiente.

Se si tratta di ambiti ristretti osiamo pure con un lampadario importante, che dia prestigio alla stanza conferendo maggiore ampiezza. Gli ambienti adibiti a studio o a biblioteca saranno particolarmente luminosi per facilitare lo svolgimento delle attività professionali e della lettura, senza richiedere lo sforzo della vista. L’utilizzo della luce naturale, in questo caso, dovrà essere modulato da punti luce disposti strategicamente e da applique a intensità regolabile.

Illuminare la zona letto

Le lampade a parete sopra la testata del letto

Giochi di luci colorate, luci direzionali e fasci luminosi

La luce da tenere accanto a letto ha poi un ruolo essenziale non solo per l’estetica, ma soprattutto perché occorre prestare attenzione a spazi limitati e ben precisi. Ideale è l’utilizzo di lampade da scrivania, studiate per orientare il fascio luminoso in modo dedicato, grazie a strutture flessibili. Le lampade da comodino vanno inoltre scelte sempre in coppia per incorniciare il letto in modo uniforme e conferire stile all’ambiente.

Per zone come ingressi, scale, corridoi, sarà possibile sperimentare divertenti giochi di luce come faretti a pavimento o luci direzionali dall’alto per creare maggiore intimità.

Per i più audaci una strada percorribile è quella dell’utilizzo dei colori. Le luci di diverse tinte sono utili alleate per vivacizzare l’ambiente, creando alternanze con tonalità calde e fredde. Tuttavia bisogna sempre ricordare di mantenere una coerenza cromatica tra i diversi toni: l’effetto Luna Park è dietro l’angolo!

La luce naturale nell’ambiente domestico

Oltre all’illuminazione artificiale è ovviamente essenziale quella naturale e il modo in cui essa entra nell’ambiente domestico. Esistono alcune regole di base: una stanza esposta a sud godrà del sole per tutto l’arco della giornata, per questo si tenderà a disporre in questa zona l’area soggiorno-cucina. Per calibrare meglio anche la luce naturale in ambienti particolarmente luminosi ed attenuare le variazioni che hanno luogo durante la giornata, alterando la percezione degli spazi, è possibile utilizzare in alcune zone delle lampadine dimerreabili, cioè lampadine collegate a un variatore che consente di aumentare o diminuire la luce emessa mantenendo l’illuminazione uniforme nel corso della giornata.

Ora che avete la luce giusta in ogni ambiente potete godervi la vostra casa, baciata dal sole o nell’intimità della sera.

Arredamento moderno

Arredamento moderno

Arredamento moderno, uno stile contemporaneo che si sposa bene con la tecnologia che quasi sicuramente è presente anche nella tua abitazione.

Quali sono i fattori che caratterizzano un arredamento moderno? Di seguito te ne elenchiamo alcuni che possono essere una guida utile per arredare la tua casa.

Continua a leggere

Silver sky blue Christmas

Vivi il Natale di design

Un Natale alla moda

La festa più magica dell’anno si avvicina e alle finestre iniziano a fare capolino gli abeti decorati. Se quest’anno volete rendere il vostro Natale davvero indimenticabile, è necessario che tutta la casa respiri il clima incantato in ogni dettaglio. Spalanchiamo quindi le nostre porte alle sfumature calde, dal rosso, colore iconico, all’oro, per una rilettura raffinata dei festeggiamenti. Se il vostro arredamento è minimale, basteranno degli alberelli dalle forme geometriche in cartone dipinto, che manterranno uno stile chic e allo stesso tempo festoso.

Continua a leggere