Manutenzione di infissi e serramenti in legno: ecco alcuni consigli

Chi sceglie degli infissi in legno in genere è attratto dal senso di calore, accoglienza e solidità che riescono a trasmettere. Certo, può capitare che l’incuria, l’inquinamento e l’azione degli agenti atmosferici ne compromettano l’aspetto e l’efficacia, ma prima di pensare a materiali alternativi, aspetta un momento. Abbiamo raccolto per te degli utili suggerimenti per la manutenzione di infissi e serramenti in legno, così saprai come intervenire per prevenirne il deterioramento o riparare i danni già esistenti. Scopriamoli subito.

I problemi più comuni degli infissi in legno

È evidente: i telai delle finestre, gli scuri, le tapparelle e le persiane sono a contatto con l’esterno e dunque a forte rischio di deterioramento. Prima di combattere l’effetto, però, è utile imparare a riconoscere le cause: quali sono i problemi che affliggono più spesso gli infissi e i serramenti in legno?

  • Gli attacchi di tarli, termiti e altri insetti xilofagi che si nutrono di legno, con il rischio di forarlo e rovinarlo fin nella sua struttura.
  • Il passaggio degli uccelli nidificanti, soprattutto nelle case al mare e in montagna.
  • L’eccesso di umidità, che causa alterazioni nella struttura del legno e porta alla comparsa di funghi in grado di minare la robustezza di infissi e serramenti.
  • I forti sbalzi di temperatura, non solo durante i cambi di stagione ma ormai lungo tutto l’arco dell’anno.
  • L’azione erosiva delle sostanze inquinanti presenti nella pioggia e nell’atmosfera, che consumano infissi e serramenti e possono persino intaccarne i telai.
  • Il deterioramento precoce dovuto a una manutenzione scarsa o inesistente.

Come vedi i problemi sono tanti, ma esistono più modi per intervenire a tempo debito.

Come funziona la manutenzione ordinaria

Prevenire è meglio che curare, lo sappiamo, e questo principio vale anche per la manutenzione di infissi e serramenti in legno. È molto più semplice e conveniente agire periodicamente e con piccole operazioni, piuttosto che aspettare che si presenti un problema.

La manutenzione ordinaria, quindi preventiva, si basa su:

  • Pulizia. Se vivi in campagna, in alta montagna o in generale in zone isolate, è sufficiente pulire infissi e serramenti due volte l’anno. Se abiti in città, invece, meglio raddoppiare, vista la quantità di agenti inquinanti che agiscono su tutte le superfici. Per pulire ti suggeriamo di evitare prodotti a base di ammoniaca o alcol e di limitarti ad acqua e detergenti neutri. Per togliere la polvere è sufficiente un panno o un pennello.
  • Ritocco. Si tratta del ritocco della vernice su piccoli punti screpolati, opacizzati, ammaccati o che presentano altri inestetismi. Puoi stabilire il numero di passate necessarie in base allo stato degli infissi.
  • Rinfresco. A differenza del ritocco, il rinfresco riguarda l’intero telaio degli infissi in legno. Dovresti eseguirlo ogni due anni, ma puoi ripeterlo anche più spesso se lo stato della vernice lo richiede.

A volte, però, c’è bisogno di passare alle maniere forti. Ti spieghiamo quali.

Come eseguire la manutenzione straordinaria per infissi e serramenti in legno

La manutenzione straordinaria ha una funzione riparatrice ed è quella di cui i tuoi infissi hanno bisogno quando trascuri le operazioni più semplici di cui ti abbiamo appena parlato. Te ne accorgi dai problemi della vernice, dalla condizione della struttura del legno, dal suo aspetto spento. Cosa puoi fare, quindi?

  • Carteggia le superfici con della paglia d’acciaio o della carta vetrata per rimuovere la vernice.
  • Ristuccale e passa un impregnante in tinta con la tonalità della superficie che stai trattando, poi lascia asciugare bene tutto.
  • A questo punto puoi passare uno o più strati di vernice.

Ricorda: la qualità dei prodotti che utilizzi per verniciare gli infissi influisce sull’efficacia del tuo lavoro nel tempo. Dovresti preferire sempre quelli a base d’acqua perché:

  • Riducono l’assorbimento dell’umidità, resistono meglio agli sbalzi di temperatura e alla comparsa di funghi.
  • Sono più elastici e ritardano le spaccature, perché reagiscono meglio all’azione erosiva degli agenti atmosferici.
  • Non sono infiammabili e rilasciano quantità ridotte di solventi nell’ambiente.

Ti sembra tutto troppo complicato? Abbiamo la soluzione…

Cosa possiamo fare per te

Ti trovi in una situazione che non riesci a gestire, hai in mente di rinnovare infissi e serramenti o vuoi capire quali sono le soluzioni più adatte alla tua casa? Puoi chiederci una consulenza o un sopralluogo.

Chi si affida a noi sa di essere in buone mani: possiamo eseguire una normale manutenzione di infissi e serramenti in legno oppure crearli da zero. Per farlo utilizziamo legno lamellare a incollaggio fenolico, ideale per la massima resistenza agli agenti atmosferici, e per le verniciature ci serviamo solo di prodotti ecologici. E poi usiamo prodotti e materiali certificati, così puoi usufruire delle detrazioni fiscali previste dalla legge. Niente male, no?

Per concludere, speriamo che i nostri consigli ti abbiano chiarito le idee e, soprattutto, ti abbiano convinto dell’importanza di una buona manutenzione di infissi e serramenti in legno.

Manutenzione di infissi e serramenti in legno: ecco alcuni consigli ultima modifica: 2018-07-04T08:06:15+02:00 da Fabio Cugini

Lascia un commento

Login

Lost your password?