Voglio andare a vivere in campagna

Arredare una casa di campagna

Forse non tutti hanno la possibilità di godere di uno spazio da vivere immerso in campagna, ma se siete tra quei pochi fortunati ad avere una casa fuori città, che si tratti della vostra residenza o del nido dove amate rifugiarvi per un attimo di relax, è necessario che ad essa e al suo arredamento venga prestata la massima attenzione.

È innanzitutto importante capire lo stile a cui far riferimento, ma tuttavia è anche vero che esistono stilemi universali, quali quello dell’utilizzo del legno, così come la presenza di una cucina particolarmente spaziosa, ad evocare l’antico focolare presso cui un tempo si riuniva la famiglia.

Arredare in stile shabby chic

Cucina shabby chic

Lo stile shabby chic in cucina

Uno degli stili particolarmente in voga è lo shabby chic, caratterizzato dalla prevalenza del bianco e delle tinte chiare.

Un bianco che coinvolge anche le superfici in legno di cui, tuttavia, sono fatti trasparire i segni del tempo e della matericità. Un’altra caratteristica di questo stile sono i tessuti leggeri, come il cotone, con decorazioni floreali.

In cucina sarà protagonista la credenza, rigorosamente in legno dipinto di bianco, mentre in camera da letto, oltre ai mobili coerenti con le tinte chiare, il letto sarà preferibilmente in ferro battuto, per creare un contrasto di design.

Per le decorazioni via libera ai cuscini colorati, ampi specchi, pot-pourri, ma anche mobili in vimini lavorato in bianco. Lo shabby chic riesce dunque a bilanciare l’elevata quantità degli elementi con i colori tenui e gli ampi spazi, dando vita ad un risultato gradevole ed equilibrato.

Arredare in stile country inglese

Arredamento country inglese

Immagine da
https://it.pinterest.com/bloglovin/

Un secondo stile da seguire è quello country inglese caratterizzato da colori più scuri, caldi e accesi. Anche qui prevale il legno lasciato però al suo colore originale e, inoltre, il ferro battuto e le ceramiche.

I tessuti si orienteranno sulle trame a scacchi, i rigati e le tinte unite che saranno i rivestimenti di poltrone imbottite, immancabili protagoniste del salotto inglese. Le pareti si coloreranno di tinte calde e di carte da parati floreali in abbinamento a tende e cuscini: dimenticate le tendenze minimal e lasciatevi andare ad un ampio uso di complementi di arredo come abat-jour, cuscini e ampi e colorati vasi di fiori.

In cucina prevarranno le sfumature chiare in contrasto con i pavimenti rigorosamente in cotto.

Arredare in stile italiano

Per chi amasse il classico stile italiano, sarà impossibile non rivolgersi al rustico. Anche qui troviamo l’ampio uso del legno, del cotto e della pietra per i pavimenti, i soffitti saranno alti con travi a vista o a cassettoni.

Nel soggiorno non mancheranno poltrone e divani in tinte calde e, perché no, una sedia a dondolo in legno.

In cucina un grande tavolo in legno, centrale, a memoria delle antiche riunioni di una famiglia numerosa. Le pentole e gli utensili in rame saranno lasciati a vista, magari a decorazione delle pareti, diventando un vero e proprio complemento d’arredo.

Arredare in stile minimal

Per chi avesse gusti allineati alle tendenze minimal, sarà più semplice orientarsi verso la realizzazione di un casale moderno contemporaneo. Gusto vintage ed essenzialità del design saranno gli ingredienti per arredare la nostra casa di campagna in chiave moderna e minimalista.

Nel soggiorno troveremo linee geometriche più regolari, in luogo della morbidezza delle linee tradizionali, i complementi d’arredo saranno ridotti al minimo e le lampade moderne prenderanno il posto dei romantici abat-jour. In cucina il legno incontrerà l’acciaio e, in luogo del grande tavolo tradizionale, troveremo l’isola di appoggio, in materiali moderni con un ricco gioco di contrasti.
Ogni stanza della nostra dimora dovrà essere curata con attenzione. L’ingresso, che ci introdurrà nel nostro nido, sarà caratterizzato dal recupero di materiali naturali, come delle casse in legno che si trasformeranno in cassetti comodi e funzionali. Inoltre non dovranno mancare le ceramiche, magari bianche e blu, che sarà semplice trovare nei mercatini locali.

Altri suggerimenti per arredare in campagna

La “stanza di rappresentanza” è il soggiorno, si tratta del vero fulcro della casa in cui a prevalere sono degli elementi in legno come tavoli e porte, ma anche semplicemente un caldo parquet.

Non mancheranno i lampadari in ferro battuto, tende di lino o cotone e vetrine ricche di piccoli oggetti in vetro e porcellana. Immancabile il camino, in cotto o con piastrelle, l’importante è che sia il vero protagonista del vostro tepore familiare.

In cucina, il cuore della casa, tutte le stoviglie saranno esposte su mensole ad hoc in legno massello. Alcuni oggetti saranno carichi di significato affettivo e rievocheranno la tradizione familiare: un paiolo, un mestolo o altri utensili, diventeranno un vero e proprio racconto da vivere.

In contrasto, per non venire meno al comfort domestico, si opterà per elettrodomestici altamente tecnologici di ultima generazione. Per completare l’atmosfera, sarebbe perfetta un vecchia stufa in rame o ghisa che dia tepore e sapore vintage all’ambiente.

Per i mobili potremmo anche scegliere un mix ben studiato, magari di elementi donati o ereditati dalla nonna e arricchiti da dettagli nuovi come le maniglie in porcellana. Fondamentale è l’illuminazione, come in ogni angolo cottura, preferendo però lampadari a sospensione o faretti led.

Nella vostra camera da letto scegliete tessuti come il lino, il cotone e una trapunta in stile patchwork. Un grande baule ospiterà la vostra biancheria in modo inedito, facendovi fare un tuffo nel passato.

I mobili saranno rigorosamente in legno, in abbinamento a tappeti etnici e pareti neutre in contrasto. Pochissimi mobili basteranno a dare un tocco intimo e familiare senza rinunciare al comfort.

Anche in bagno sarà possibile dare vita ad idee originali come una pentola in ferro in luogo del lavabo o un set in ceramica con brocca e catino. In questa stanza prevarranno i toni chiari: bianco, verde e azzurro.

Per finire, il luogo davvero caratterizzante della casa sarà l’ambiente esterno. L’ideale sarebbe avere un gazebo con amaca, sedie in vimini e tavolini ricavati da tronchi d’albero: creare un piccolo angolo di relax tutto vostro in cui rifugiarvi. Sarà possibile dare vita ad una zona d’ombra anche con pergolati o tessuti naturali, con un tavolo per mangiare all’aria aperta e qualche lampione. Da considerare anche mobili in vimini in stile coloniale e tantissimi cuscini colorati.

Riempite i polmoni e il cuore: benvenuti nella vostra casa di campagna!

Voglio andare a vivere in campagna ultima modifica: 2016-07-26T15:14:08+02:00 da Fabio Cugini

Lascia un commento

Login

Lost your password?