Vuoi arredare un appartamento per studenti e farti notare? Ecco 7 idee

Come? Credevi che per arredare un appartamento per studenti bastasse recuperare dei vecchi mobili, ripulirli alla bell’e meglio e usarli per riempire le stanze senza criterio? Sbagliato, non funziona così per almeno tre motivi. Primo, sarebbe una mancanza di rispetto verso gli affittuari. Secondo, ti ritroveresti a doverli cambiare dopo poco tempo perché l’usura li renderebbe presto inutilizzabili. Terzo, la scarsa qualità o le cattive condizioni svaluterebbero la casa.

Non stiamo certo dicendo che per arredare dovresti spendere un capitale. Ti suggeriamo solo di pensare all’uso di buoni mobili come a un investimento che assicura un ritorno maggiore sul medio-lungo periodo. In concreto, quindi, come si può arredare un appartamento per studenti? Noi abbiamo raccolto sette idee. Vediamole una alla volta.

1 – Scegli uno stile d’arredamento e mantienilo con coerenza in tutta la casa

Lo abbiamo appena detto: arredare un appartamento per studenti non significa distribuire nelle stanze i mobili alla rinfusa. Dare armonia all’intera casa non è solo una scelta estetica, ma anche una mossa intelligente per renderla più appetibile ai potenziali inquilini. E poi non è detto che per arredarla tu debba disporre di un budget illimitato. Al contrario, alcuni stili – come quello scandinavo, ad esempio – sono ormai così in voga che i mobili ispirati alle loro linee sono davvero abbordabili.

2 – Prediligi mobili facili da pulire

Sai come si dice, no? So’ ragazzi… Tra gli impegni universitari e la vita sociale, non hanno poi così tanto tempo da dedicare alle pulizie di casa. Scegliere degli arredi in stile moderno e con linee squadrate e leggere, quindi, rende le cose più semplici perché riduce gli spazi in cui possono annidarsi polvere e sporco.

Arredare un appartamento per studenti con una scrivania moderna

Fai attenzione anche alle varietà di legno usate per i mobili. Prima di acquistarli verifica che le essenze con cui sono realizzati non siano troppo porose, altrimenti assorbirebbero subito la polvere, l’umidità e la sporcizia. Meglio optare per legni poco porosi, come il rovere. In questo modo i ragazzi non saranno costretti a comprare detersivi costosi e per loro sarà più semplice preservare la qualità degli arredi negli anni.

Vuoi far loro un favore ancora più grosso? Lascia in casa l’occorrente per la pulizia – panni morbidi in microfibra o pelle di daino e un detergente neutro – e un foglio con le istruzioni. Ti basta raccomandare di pulire delicatamente i mobili con un panno umido e ben strizzato.

3 – Metti un divano letto in soggiorno

Arredare una casa da affittare a studenti significa mettere al primo posto la praticità, sempre. Se l’appartamento dispone di un soggiorno ti suggeriamo di preferire un divano letto a un divano normale. È una soluzione semplice e comoda per aiutare gli inquilini a ospitare un amico o un parente. In alternativa può diventare un posto letto aggiuntivo in affitto per brevi periodi.

Anche in questo caso, una miglioria del genere non deve costare un occhio della testa. Puoi acquistare un divano letto usato, se preferisci, purché sia in ottime condizioni. Per proteggerlo dall’usura e adattarlo al meglio al resto dell’arredamento potresti coprirlo con un copridivano in tonalità abbinate alle pareti o ai mobili.

4 – Riduci al minimo gli accessori

Quando si deve arredare un appartamento per studenti, riempire ogni stanza di complementi può sembrare un buon modo per dare un’idea di pienezza. In realtà non è così, anzi bisognerebbe limitarsi a scegliere gli accessori essenziali alla vita dei ragazzi. Bastano pochi articoli, anche sobri, purché scelti con criterio e coordinati tra loro. Qualche esempio: lampade per comodini e scrivanie, specchi in bagno e nelle camere da letto, un appendiabiti all’ingresso e così via.

In questo frangente il punto non è risparmiare, ma mettere al primo posto l’utilità. Le camerette per studenti non sono un universo parallelo in cui far rivivere tutto ciò che ti ritrovi in casa e che non ti serve più. Concentrati sull’essenziale; a personalizzare gli ambienti penseranno gli inquilini con i loro oggetti personali.

Infine ricorda di fare un inventario di mobili, accessori e prodotti messi a disposizione dei ragazzi. A fine anno sarà più semplice controllare che tutto sia ancora al proprio posto e in buone condizioni.

5 – Assicurati di aver fatto bene i conti

Può sembrare banale, ma crediamo sia importante precisarlo: quando arredi una casa per studenti devi verificare sempre che tutto basti per tutti. Considera il numero di inquilini previsti e inizia a contare di quanti mobili e accessori hai bisogno. Affitti a tre ragazzi? Allora metti a disposizione un tavolo con almeno tre sedie, tre scrivanie, tre spazi indipendenti negli armadi, tre set di ganci per la biancheria in bagno… Se poi in appartamento c’è anche un soggiorno con divano letto o altri spazi in cui si potrebbero sistemare delle brandine, allora aumenta la dotazione di accessori e stoviglie.

Cucina con piano cottura in ordine
6 – Rendi la casa più accattivante con dei buoni elettrodomestici

Arredare un appartamento per studenti universitari con elettrodomestici di buona qualità è un sistema efficace per renderlo più ghiotto ai potenziali affittuari. E, se ci pensi, anche a rendere loro la vita un po’ più comoda. Te lo ripetiamo ancora una volta: più che di una spesa, si tratta di un investimento che ti ripagherà ampiamente.

Se hai risorse limitate, sappi che il budget non è poi un problema così grosso. Se lo preferisci puoi anche decidere di usare elettrodomestici usati, purché funzionino perfettamente e siano efficienti dal punto di vista energetico. Insomma, basta che non siano dei pezzi d’antiquariato.

Cosa serve in una casa universitaria, quindi? Noi ti suggeriamo un piccolo forno elettrico o un microonde, una lavatrice, un aspirapolvere, un frigorifero con vano freezer e almeno un televisore in soggiorno o in cucina.

7 – Sfrutta al meglio gli spazi disponibili

Le case per studenti sono abitate perlopiù da fuorisede. Il primo anno potrebbero avere con sé pochi beni, ma in genere hanno bisogno di conservare una gran quantità di oggetti, bagagli, libri, viveri… insomma, tutto ciò che fa parte della loro quotidianità e che cresce col passare del tempo.

Se gli ambienti sono piccoli e non puoi aggiungere armadi, scrivanie o altri arredi industriali, puoi cercare di ottimizzare gli spazi inutilizzati con degli arredi su misura. Stanze dalle forme irregolari, nicchie, sottoscala… qualsiasi zona “morta” può trasformarsi in una preziosissima fonte di spazio.

Se ti preoccupi di dover spendere troppo per una casa in cui non abiti, fermati un attimo. Noi ci occupiamo di mobili su misura da tempo e possiamo assicurarti che si tratta di un investimento che puoi adeguare al tuo budget. Sì, perché scegliere stili, dimensioni, materiali e finiture ti permette di arredare un appartamento per studenti e ottimizzare gli spazi proprio come vuoi tu.

C’è una lunga parete vuota in corridoio? Puoi occuparla con un armadio su misura con ante scorrevoli che funga da guardaroba. C’è una rientranza alta e stretta all’ingresso? Puoi far montare un armadio su misura ad ante battenti per conservare scope, secchi e prodotti per l’igiene della casa.

Arredare un appartamento per studenti con un armadio guardaroba

Come vedi basta poco per creare ambienti comodi e vivibili in cui i ragazzi possano trovare una casa lontana da casa. Hai bisogno di altri suggerimenti per arredare un appartamento per studenti o vuoi presentarci le tue idee? Siamo qui, ti basta scriverci o lasciare un commento al post.

Vuoi arredare un appartamento per studenti e farti notare? Ecco 7 idee ultima modifica: 2018-09-12T12:00:27+02:00 da Fabio Cugini

Ci sono 2 commenti

  1. claudio helitech 2 anni ago

    sai quanti appartamenti per studenti ci sono nella mia città che sono arredati da schifo? 300 euro a stanza, quando alla fine con 300 euro potresti benissimo trovare un piccolo monolocale, i posti letto costano una follia e le case sono arredate con vecchi mobili lasciati da chi ci è morto prima. Solo una volta ho trovato un appartamento ben arredato con mobili economici ma carini, profili led nell’illuminazione e elettrodomestici decenti. Il resto affittano immondizia a prezzi improponibili!

    • Fabio Cugini 2 anni ago

      Possiamo capire, Claudio, in effetti tra chi affitta c’è anche chi approfitta. Nel nostro articolo abbiamo cercato di dare spunti e consigli pratici proprio per offrire ambienti adeguati agli studenti. Auguri per il tuo futuro e grazie del commento!

Lascia un commento

Login

Lost your password?